• Title: Atletico Minaccia Football Club
  • Author: Marco Marsullo
  • ISBN: 9788806207083
  • Page: 128
  • Format: Paperback
  • Atletico Minaccia Football Club Vanni Cascione ha un unica fede il calcio e un unico dio Jos Mourinho Dopo anni da mister di squadre scalcagnate della provincia campana e con un infinita collezione di esoneri incaricato dal dire
    Vanni Cascione ha un unica fede, il calcio, e un unico dio, Jos Mourinho Dopo anni da mister di squadre scalcagnate della provincia campana e con un infinita collezione di esoneri, incaricato dal direttore sportivo Lucio Magia, faccendiere dal viso gitano, di allenare l Atletico Minaccia Football Club.Alla promessa di poter disporre di una rosa di calciatori eccellentiVanni Cascione ha un unica fede, il calcio, e un unico dio, Jos Mourinho Dopo anni da mister di squadre scalcagnate della provincia campana e con un infinita collezione di esoneri, incaricato dal direttore sportivo Lucio Magia, faccendiere dal viso gitano, di allenare l Atletico Minaccia Football Club.Alla promessa di poter disporre di una rosa di calciatori eccellenti corrisponde per un reclutamento spericolato, tra patteggiamenti, prostitute nigeriane e reduci di reality show Cascione si ritrova in squadra un attaccante schiavo della colite cronica, un mediano clandestino schierabile solo in trasferta perch in casa piantonato dalla polizia, un portiere cocainomane, uno stopper detto Trauma e non per caso, un ex concorrente di Sarabanda e persino un meccanico e un cuoco Con questa improbabile formazione, vincere il torneo si prospetta complicato Figuriamoci se ci si mette pure la camorra.Marco Marsullo d vita a una figura poetica e maldestra di allenatore di provincia, abituato a perdere e ostinato a vincere E si diverte a giocare con gli stereotipi del nostro Sud liberandoli, finalmente, dalla retorica del lamento consolatorio.

    One Reply to “Atletico Minaccia Football Club”

    1. Non avrei mai pensato di leggere un libro sul calcio e di apprezzarlo, invece la vita (e i libri) non mi finisce mai di stupire.Vanni Cascione è un allenatore con la A maiuscola, vive per il calcio ma purtroppo è perseguitato dalla sfortuna, così tanto che ogni volta che trova una squadra da allenare gli infortuni si succedono e le sconfitte non finiscono mai, mettendo a dura prova la sua carriera che arriva quasi a un punto morto.Proprio quando è senza speranze riceve una telefonata che gli [...]

    2. A me il calcio non piace particolarmente e nemmeno la letteratura sul calcio, o, almeno, così pensavo. Con Atletico Minaccia Football Club di Marco Marsullo, giornalista sportivo appassionato di calcio, infatti, ho compreso l’entusiasmo per una partita di calcio, che questo sport non è solo un gioco ma espressione autentica dello spirito italico; anzi è la vita con i suoi alti e bassi. Davvero. La prossima tappa sarà, magari, quella di entusiasmarmi per una reale squadra di calcio e seguir [...]

    3. Vanni Cascione, la cui ragione di vita è il pallone, vive nel mito di Mourinho, ma con l’allenatore portoghese ha quasi niente in comune, se non il fatto di svolgere lo stesso lavoro. Se però Mourinho allena i più importanti e forti club internazionali, a Cascione tocca il compito di risollevare le sorti dell’Atletico Minaccia, una squadra che milita tra le ultime categorie del campionato italiano. Con una rosa formata dai più improbabili giocatori come Rocco Papatoccia, amico fraterno d [...]

    4. Voor wie van literatuur houdt: twee sterren. Voor wie van voetbal houdt: vier sterren. Voor wie van (de burleske kant van) Niccolò Ammaniti houdt: lezen! Voor wie straks in juni in het EK- en WK-loze zwarte gat valt: niet twijfelen. En voor alle anderen: trek uw conclusies.

    5. In Italia la politica è come il calcio. Nessuno vuole perdere e alla fine tutti si schierano con il più forte. Questo spiega come, per troppo tempo, ci sia stata un'enorme proliferazione di juventini e pdiellini. L'italiano medio cresceva nella riserva calcistica di quartiere, pasturava in giro allo stato brado ed era naturalmente portato a diventare juventino. Perchè? Perchè era la squadra più ricca e blasonata, ma soprattutto, anche quando sembrava che non ce la facesse, alla fine vinceva [...]

    6. Letteratura di puro intrattenimento: battute e similitudini buone per programmi televisivi umoristici senza troppe pretese, abbondanti dosi di retorica, più o meno a buon mercato, personaggi-macchiettaRitengo tuttavia che anche la letteratura "leggera" possa essere di più alto livello.

    7. Ammetto subito e senza pentimenti che avevo comprato questo libro, ormai ben 3 anni fa, SOLO PERCHÉ avevo visto, dalla quarta di copertina, che il protagonista è un allenatore superfan di Mourinho. Come faccio a non prendere un libro che parla del condottiero del Triplete?Comunque, oltre a ciò, sulla carta poteva pure essere una lettura divertente. Vanni Cascione, protagonista e voce narrante, è un allenatore che vive per il calcio e che ha scelto come "modello di vita" José Mourinho, il su [...]

    8. You can translate this review on: labibliotecadidrusie/Questo è uno dei rari casi in cui è stata una recensione (di cui non ricordo né il blog né l'autrice) a farmi conoscere e propendere per la lettura di questo libro. La blogger dichiarava di non essere amante del calcio, ma di averlo apprezzato molto, così, visto la caratteristica comune, mi sono incuriosita e gli ho dato una possibilità anche io. Ed anche io l'ho apprezzato.La storia è quella di un allenatore di provincia, ma anche qu [...]

    9. Premetto che non amo il calcio e non lo seguo, sono quasi completamente digiuna su quelle che sono le regole. Il titolo mi ha incuriosita e voilà, letto e piaciuto! E' un romanzo leggero, divertente che racconta con ironia le gesta di un allenatore e della sua scalcinata squadra. A prima vista può sembrare un romanzo d'intrattenimento, in più occasioni mi ha strappato qualche risata, però invita a riflettere su temi importanti come la morale, l'onestà, il rapporto tra genitori e figli, i pr [...]

    10. (small spoilers ahead) As a kid growing up in Holland, I read a ton of books about football. There are many series, and most of them follow the same pattern. Kid joins a football team, they suck at the beginning, but then at the end they get better and start winning. Atletico Minaccia Football Club (which I read in Dutch), disappointingly, follows this same model more or less. Of course it's a book for grown ups, and it's a lot of fun to read, but still I would have liked a bit more unexpected t [...]

    11. Un romanzo d'esordio scoppiettante, in una scrittura fresca e tanto lontana dalle ricercatezze quanto spontanea e immediata che rende benissimo il dialetto campano, con cenni qua e là di barese e perfino toscano. In un bailamme calcistico di schiappe, moduli assurdi che neanche in "Un allenatore nel pallone" e un allenatore megalomane che riscrive le regole del calcio a modo suo, il divertimento è assicurato.

    12. Ruffianotto, a tratti anche simpatico, ma probabilmente più adatto ad un pubblico di osservatori esterni che non di appassionati. Dei passaggi sono costruiti per rendere omaggio al calcio, almeno nelle intenzioni, ma tutto è vanificato da una sceneggiatura tra parodia e un film di Lino Banfi. Nonostante non manchino i protagonisti veri di un calcio dilettantistico che si prende troppo sul serio, certi eccessi risultano innaturali e indigesti a chi quei campi li ha conosciuti davvero.

    13. Bel libro, storia simpatica che potrebbe interessare anche a chi il calcio non piace, Vanni Cascione è il protagonista lui è un simpatico allenatore di una squadra dilettantistica di provincia, ma lui ha grandi sogni e si ispira a josè mourinho, il libro non parla di tecnicismi o noie calcistiche ma scorre liscio e veloce. bella lettura

    14. La stagione di una scalcagnata squadra di Eccellenza raccontata con ironia e con il piglio di chi scrive di un top club europeo. Marsullo ama profondamente il calcio e il suo protagonista (un simpaticissimo emulo di Mourinho) e riesce a non farti mollare il libro fino all'ultimo rigore. Straconsigliato a chi ama, anche solo un pochino, il calcio.

    15. Un po' furbetto e un po' ruffiano ma un bel libro gradevole che si legge in una giornata. In alcuni punti è molto divertente.Consigliato soprattutto a chi segue almeno un po' il calcio.Spudorata la citazione finale di De Gregori

    16. Carino, si legge bene. Fa sorridere, senza esagerare.Il ritratto del calcio di provincia che ne viene fuori è divertente e stralunato. Un buon passatempo!

    17. Libro scorrevole, leggero leggero e dimenticabile. Una via di mezzo tra Febbre a 90 e L'allenatore nel pallone. Intrattenimento e nient'altro.

    18. Il calcio lo odio, proprio per gli aspetti provinciali e "selvaggi" descritti in maniera così ironica in questo libro. Comunque un apiacevole sorpresa.

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *